Espresso
Q U I N D I C I N A L E   D I   I N F O R M A Z I O N E
Russian
Home Giornale Archivio Redazione Pubblicit Dove siamo
 
Numero 3(83)
Spariti i proprietari del Transvaal

    Un nuovo scandalo sta per accendersi attorno al parco acquatico Transvaal, il cui tetto, crollato il 14 febbraio, ha seppellito 28 persone. Il fatto che nessuna azienda privata vuole ammettere di essere proprietaria di questo benedetto parco. La corte Cheremuskinsky di Mosca ha rifiutato per la seconda volta di esaminare le istanze presentate da persone che hanno subto danni nel disastro. Quattro adulti e due ragazzi hanno stimato il danno subito, economico e morale, in 3.200.000 dollari. Secondo quanto comunica il sito internet del quotidiano Kommersant, inizialmente Igor Trunov, lavvocato delle vittime, ha ricevuto dalla giudice Natalia Glotova una risposta secondo la quale il convenuto era assente fisicamente. La corte ha chiesto al fisco di presentare i dati del parco acquatico, e ha appurato che allindirizzo indicato nei documenti (via Golubinskaya, 16), non c era alcun parco acquatico.
    Per quanto riguarda invece la societ Terra-Oil, indicata dallavvocato come proprietaria del Transvaal, non ha niente a che vedere con il centro ricreativo. Questo dato peraltro stato smentito il 5 marzo da Serghei Arsentiev, direttore generale del parco acquatico, il quale sostiene che la Terra-Oil fosse proprietaria di fatto del centro.
    Unaltra ipotesi del resto comincia ad acquistare un peso sempre maggiore: quella, secondo la quale il parco acquatico appartiene di fatto ad Elena Baturina, la moglie del sindaco di Mosca. Il giornale Kommersant riuscito a trovare documenti secondo i quali la Baturina e suo fratello Viktor avrebbero finanziato loperazione di acquisto del parco da parte della Terra-Oil, alla quale il Transvaal sarebbe appartenuto al momento della tragedia. Questa ipotesi rafforzata anche dal silenzio tombale delle autorit di Mosca, le quali sembrano temere di lasciarsi sfuggire di bocca una parola di troppo. Il silenzio dei funzionari ben comprensibile. Se infatti la storia dellattivit di Elena Baturina fosse vera, non sarebbero da escludere le dimissioni anticipate di Yuri Luzhkov.
    Le autorit, del resto, sambrano essere impegnate in una ricerca dei capri espiatori. Ora il candidato n. 1 a questo ruolo Vladimir Mulev, lex proprietario del parco acquatico, che laveva venduto a qualche mese dal disastro.

in alto <<  ARTICOLO PRECEDENTE      ARTICOLO SEGUENTE  >> in alto
ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA "POLITICA"
I risultati delle elezioni presidenziali in Russia ¦  Incendio al Maneggio ¦  Nuovo governo, vecchi problemi ¦  Meno ministri: 17 al posto di 30 ¦  In Russia, fra poco, gli skinheads saranno 80 mila
Rambler's Top100    Rambler's Top100