Espresso
Q U I N D I C I N A L E   D I   I N F O R M A Z I O N E
Russian
Home Giornale Archivio Redazione Pubblicit Riferimenti
 
Numero 2(47)
Il governo toglie liqvidita all economia

    Il 24 gennaio, il governo ha dichiarato i cambiamenti nel programma dei prestiti.
    Mentre inizialmente il volume di prestiti interni per il 2002 si prevedeva di 4,8 miliardi di dollari, ora, dopo le correzioni apportate, stato aumentato fino a 5,2 miliardi di dollari. La decisione sullaumento dellentit dei prestiti dovrebbe essere motivata dal mutamento della congettura mondiale, in particolare, sul mercato petrolchimico. Non un segreto che la riduzione delle proventi dexport delle aziende comporti la riduzione di entrate fiscali al budget ed aumenti la necessit che ha il governo di risorse finanziarie.
    Ci sono almeno due motivi, per i quali nel 2002 il governo preferir aumentare il volume di prestiti dal mercato interno. Il primo si riferisce alla struttura del mercato interno. Mentre il debito estero, allinizio del 2002 costituisce il 43% del PIL, il debito interno costituisce il 6% del PIL, e se si considera solo il volume delle obbligazioni del mercato, solo il 2%. In tale situazione sarebbe certamente giusto incrementare il volume del debito interno, riducendo lentit di quello estero, soprattutto se si tiene in conto il notevole rischio della svalutazione del rublo nella prospettiva a lungo termine.
    Il secondo argomento a favore dellaumento del debito interno questo: da gennaio del 2002 in Russia iniziata la riforma delle pensioni, e nel corso dellanno circa 1,0-1,5 miliardi di dollari possono rimanere sui conti del Fondo pubblico delle pensioni. E evidente che il governo ha intenzione di procacciare questi mezzi, con la copertura degli strumenti nuovamente emessi, direttamente dal Fondo pensioni.
    Laumento del volume del prestito interno, sebbene sia giustificato dal punto di vista della politica budgetaria, pu avere degli effetti negativi per tutta leconomia. E noto che negli ultimi mesi del 2001 i tassi di crescita della produzione industriale sono notevolmente diminuiti. Mentre a novembre gli esperti del governo prevedevano che il valore della crescita industriale dovesse essere di 5,2% allanno, ai primi di gennaio venuto fuori che quel valore costituisse solo il 4,9%. Alcuni esperti gi spiegano questa tendenza negativa con il rallentamento della crescita della liquidit nelleconomia. Nel 2002, considerati gli appetiti del governo, la situazione pu essere ancora pi deplorevole. Laumento dei prestiti interni comporta la riduzione della liquidit che pu essere inviata al finanziamento della crescita economica. Cos, laumento dellentit netta di prestiti dallo 0,3 miliardi di dollari allo 0,7 miliardi di dollari comporta la riduzione della liquidit libera in rubli del 5%. Ci significa che sar molto difficile per il governo raggiungere il 4% della crescita economica nel 2002.
Evgenija Orlovskaja

in alto <<  ARTICOLO PRECEDENTE      ARTICOLO SEGUENTE  >> in alto
ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA "FINANZA"
La riforma bancaria: male per il settore, bene per la Sberbank ¦  Mercato Finanziario ¦  Gli oligarchi contano i soldi ¦  Nuova politica tariffaria
Rambler's Top100