Espresso
Q U I N D I C I N A L E   D I   I N F O R M A Z I O N E
Russian
Home Giornale Archivio Redazione Pubblicit Riferimenti
 
Numero 12(57)
La Chiesa contro la pornografia

    Le autorit italiane hanno bloccato laccesso a cinque siti internet che contenevano materiali blasfemi dal punto di vista della Chiesa cattolica.
    Fra questi materiali cerano espressioni offensive nei confronti della Madonna e raffigurazioni di carattere pornografico. Larresto dei siti avvenuto in seguito ad indagini poliziesche durate due anni, iniziate dopo la pubblicazione di un articolo relativo ai siti blasfemi sullOsservatore romano. C da rilevare che la pubblicazione di materiale ingiurioso per i cattolici rimane illegale in Italia.
    Attualmente sulle pagine principali di tutti e cinque i siti si comunica che sono stati chiusi dalla polizia, dietro la sanzione del procuratore di Roma. Inoltre, nel corso delle indagini stato arrestato un giovane che abita a Roma. Le autorit stanno decidendo quali accuse possano essere avanzate nei confronti dellarrestato: nella migliore delle ipotesi, riuscir a cavarsela solo con una multa, altrimenti gli toccher finire dentro.
    Pi probabilmente, il romano arrestato diventer lunico convenuto in questa causa. I contenuti di tutti e cinque siti hanno provenienza italiana, ma materialmente i siti e i loro operatori si trovano su territorio statunitense, fuori della giurisdizione delle leggi italiane. Anzi, la legislazione americana, che garantisce la libert despressione, non consente di procedere contro i blasfemi.

in alto <<  ARTICOLO PRECEDENTE      ARTICOLO SEGUENTE  >> in alto
ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA "NEL MONDO"
Un neonazista ha cercato di uccidere Jacques Chirac ¦  Spagna e Marocco in guerra per uno scoglio ¦  Ambasciatore nei guai ¦  Sinistra spiazzata ¦  Cofferati allattacco ¦  Europa contro Europei ¦  Istituita la corte penale dellONU perplessita e opposizione di molti Paesi ¦  Giustizia orba in Lettonia
Rambler's Top100    Rambler's Top100