Espresso
Q U I N D I C I N A L E   D I   I N F O R M A Z I O N E
Russian
Home Giornale Archivio Redazione Pubblicit Dove siamo
 
Numero 2(66)
Berclusconi: nel calcio ci vorrebbe una rivoluzione...

    Il primo ministro dellItalia Silvio Berlusconi ha presentato uniniziativa rivoluzionaria concernente il calcio. Il Presidente del Consiglio e del Milan, nellintervista pubblicata sul settimanale sportivo Controcampo, ha proposto di rivedere le tradizioni fondamentali del calcio.
    A sua detta, bisogna rendere il gioco pi avvincente e spettacolare, per non stufare il pubblico con partite noiose. Per iniziare, si potrebbe introdurre rigori obbligarori in caso di pareggio, aumentare il numero di cambi durante le partite. Allora sar proprio impossibile staccare dalle partite i tifosi, sia quelli presenti allo stadio, sia quelli che stanno davanti alla Tv. Poi, secondo Berlusconi, ci sarebbe da adottare il tempo di gioco reale, il doppio arbitro, il rigore da concedersi solo nel caso della probabilit di un gol evitata attraverso un fallo. Daltra parte, osserva che per tali cambiamenti ci vorr tantissimo tempo.
    Il mondo del calcio accetta molto malvolentieri qualsiasi mutamento, sostiene il presidente del Milan. E agli uomini che potrebbero prendere le rispettive decisioni, interessa poco o niente ci che dicono gli appassionati di calcio.

in alto <<  ARTICOLO PRECEDENTE      ARTICOLO SEGUENTE  >> in alto
ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA "NEL MONDO"
A caccia di Saddam e del petrolio iracheno ¦  Francia e Germania fanno il gioco di Saddam ¦  Parola di Berlusconi... ¦  Lattuale politica di Berlino e Parigi il pi grosso errore nella storia dei due paesi ¦  Iraq: la crisi infinita ¦  La Russia e la NATO pi vicine, per merito dellItalia ¦  Kazakistan-Italia: cooperazione pi ampia ¦  Il Natale trovato nella casa di un caporione
Rambler's Top100    Rambler's Top100